In questa pagina trovate informazioni e notizie legate principalmente alla mia attività di regia documentaria e cinematografica, ma anche scritti, riflessioni, diari di viaggio, appunti.
Qui di seguito gli ultimi tre post pubblicati. Se invece cercate informazioni sui miei film cliccate qui. Per leggere i post più vecchi potete accedere all'archivio di: Scritti, News e Regia.

L'ordine delle cose in 50 sale UCI il 20 novembre

Lunedì 20 Novembre in 50 sale UCI torna L’ordine delle cose. Prima del film troverete una sorpresa: un mio videomessaggio sul Forum del 3 Dicembre e un regalo speciale, una scena tagliata inedita del film. Corrado Rinaldi (Paolo Pierobon) entra nell’ufficio di Luigi Coiazzi (Giuseppe Battiston), c’è qualche problema… Vedrete quale solo lunedì 20 Novembre nelle sale UCI. Scopri qui la lista delle sale



Forum Nazionale Per cambiare l'ordine delle cose - Roma 3 dicembre

In questi ultimi mesi molti nodi politici legati al tema immigrazione  sono venuti al pettine. Il Governo italiano ha accelerato, su pressione europea, la chiusura della rotta dalla Libia, le forze di centro sinistra che lo sostengono hanno accettato un pesante silenzio sulle conseguenze di questa accelerazione, nella convinzione che sia necessaria per porre un argine all’ avanzata della demagogia xenofoba e alla crescita del consenso a favore dei partiti di destra. Le centinaia di realtà che operano nell’accoglienza e nella tutela dei diritti umani si sono viste schiacciate in un angolo, isolate prima da una forte campagna mediatica di screditamento sociale e poi dal riscoprirsi in qualche modo rannicchiate in esperienze troppo tecniche e marginali. Migliaia di cittadini si sentono spiazzati da questa fase: basta poco per capire quanto violente e inaccettabili sono le conseguenze delle politiche securitarie, sin troppo chiare sono le condizioni disumane dei lager libici a cui stiamo affidando migliaia di uomini, donne e bambini e sin troppo chiaro è come questo sia il prezzo che una parte troppo ampia della nostra società sembra pronta a pagare per evitare crescita di populismi e pericolose derive. Ma come reagire? Nelle ultime settimane il silenzio su tutto ciò è assordante, nessun giornalista italiano ha la possibilità di verificare le reali conseguenze delle operazioni in corso nel Mediterraneo e sembra sempre più solida la convinzione che la cosa migliore sia evitare di parlarne.
Eppure girando l’Italia in questi giorni, ho incontrato un paese completamente diversoun paese pieno di persone che non vogliono accettare questo status quo come inevitabile, che quotidianamente costruiscono pratiche di interazione e solidarietà,  che sanno bene come il movimento dei popoli continuerà ad essere al centro delle nostre vite e del nostro futuro.

IBI - dal 19 ottobre nelle sale

Esce nelle sale il 19 ottobre il mio nuovo documentario IBI, presentato al 70° Festival di Locarno, prodotto da JoleFilm con RaiCinema e distribuito da ZaLab.

Il 18 Ottobre ore 15.00 anteprima speciale alla Camera dei Deputati (info e prenotazioni: Marcon_g@camera.it) e il 21 Ottobre proiezione speciale alla Reggia di Caserta con inaugurazione della prima mostra delle fotografie di IBI - Ibitocho Sehounbiatou
Per organizzare proiezioni: distribuzione@zlab.org